PARTINICO

Le chiese di Partinico

Se si parla di monumenti a Partinico è doveroso partire dalle architetture religiose e, più specificamente, dalla Chiesa di Maria Santissima Annunziata, la chiesa madre del comune situata in Piazza Duomo, al centro del Corso dei Mille. Il suo impianto originario ad una sola navata è stato costruito tra il 1552 ed il 1570, mentre nel secolo successivo ne vennero realizzate altre due, assieme all’attuale fonte battesimale; il campanile è infine datato 1719 ed è sorto a seguito della demolizione di una torre precedente.

Borgo Parrini

Un susseguirsi inaspettato di case colorate ispirate a Gaudì, piante fiorite e marciapiedi acciottolati, così si presenta il Borgo Parrini, una piccola frazione di Partinico. Nato tra il ‘500 e il ‘600, il Borgo Parrini si trova in quella contrada già così chiamata nelle mappe del catasto borbonico, a segnare la presenza dei Padri Gesuiti del Noviziato di Palermo (i Parrini, per l’appunto) che comprarono delle terre in alcuni feudi delle zone a nord est del territorio di Partinico.

In seguito, per far fronte all’abbandono che a metà degli anni ’70 del ‘900 ha inevitabilmente colpito il piccolo borgo, i pochi cittadini si sono inventati un modo per ristrutturare alcune vecchie abitazioni ispirandosi allo stile del catalano Antoni Gaudì. Oggi, il Borgo Parrini è diventato un polo d’attrazione per viaggiatori provenienti da ogni parte del Mondo.